"io sono qui per continuare ad imparare"

Una frase, un ringraziamento, un pensiero, una poesia, una nota citazione, una preghiera, una testimonianza che trattano i temi fondamentali della vita (che chiamerò "riflessioni") possono, qualche volta, tracciare un solco positivo nel cuore e in alcuni casi diventare motivo di stimolo, speranza, conforto, sostegno. Se alle mie "riflessioni" aggiungerete le vostre, condivideremo anche con altri qualche prezioso suggerimento, come meditazione sulla realtà del vivere quotidiano.


mailto:g.enrica.g@gmail.com
http://www.youtube.com/enricasignorag
http://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra



venerdì 12 agosto 2016

Una vacanza toccando il cielo!

La più bella vacanza che io ricordi è questo viaggio nella Svizzera tedesca: Jungfraujoch 4,158 metri s.l.m, Lauterbrunnen (ci siamo stati un mese), Interlaken, Murren, Wenghen, Thun, Berna...

Una delle 100 cose da fare nella vita è questa:
Jungfraujoch 4,158 metri s.l.m (uno spettacolo!). Salire ai 3.471 metri dello Jungfraujoch, appena sotto la Jungfrau, la cima bianca che osa fino ai 4.158 e svetta nel cielo preceduta da altri due mostri sacri, il Mönch e l'Eiger. Salire lassù, davanti alla Trilogia delle Alpi, il luogo dei luoghi per gli scalatori e, pur non scalando, trovarsi all'orlo dei Quattromila, come su un altro pianeta, quindi, da quelle vette ardite, guardare giù. 
La ferrovia più alta d’Europa o per meglio dire il famoso trenino giunge allo Jungfraujoch a 3454 metri attraverso una ferrovia che, passando per un tunnel di 7,3 Km scavato nell’Eiger e nel Mönch, porta alla stazione terminale in galleria. La ferrovia a cremagliera della Jungfrau sale fino alla stazione Eiger, noto per il suo ristorante di montagna e l'allevamento da slitta cani. Si prosegue poi attraverso il tunnel del Eiger e sulla strada, ammirare la vista alla stazione ferroviaria più alta d'Europa
Di qua attraverso scale o ascensore si giunge finalmente a ‘rivedere le stelle’ ovvero ad ammirare quella meraviglia del creato che è “Sua Maestà Il Ghiacciaio”.
Chiamato anche il tetto d'Europa, i paesaggi più belli della Svizzera vi aspettano. Ammirare un flusso di ghiaccio quasi 22 km, un palazzo di ghiaccio e una vista mozzafiato.
La mappa che evidenzia il tracciato, con gli ultimi, sette chilometri scavati tra la parete dell'Eiger e il Mönch


Nessun commento:

Posta un commento