"io sono qui per continuare ad imparare"

Una frase, un ringraziamento, un pensiero, una poesia, una nota citazione, una preghiera, una testimonianza che trattano i temi fondamentali della vita (che chiamerò "riflessioni") possono, qualche volta, tracciare un solco positivo nel cuore e in alcuni casi diventare motivo di stimolo, speranza, conforto, sostegno. Se alle mie "riflessioni" aggiungerete le vostre, condivideremo anche con altri qualche prezioso suggerimento, come meditazione sulla realtà del vivere quotidiano.


mailto:g.enrica.g@gmail.com
http://www.youtube.com/enricasignorag
http://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra



martedì 27 dicembre 2016

Rompere il ghiaccio del cuore


Esiste uno spazio ghiacciato nel nostro cuore, dove difendiamo la parte migliore di noi, per paura che venga scoperta e distrutta, ma in realtà siamo in attesa che qualcuno la scovi, rompa il ghiaccio e ci riscaldi. 
- M. Bisotti -

lunedì 26 dicembre 2016

Un faro di fuoco

https://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra/videos/1173645429351942/

https://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra/videos/1173585699357915/

26 dicembre S. Stefano - Grazie don Roberto per averci donato una toccante Cerimonia Anche quest'anno nella nostra Basilica, dedicata a S. Stefano, è stato bruciato, alle 11 dopo la S. Messa celebrata dal prevosto don Roberto Davanzo, (con la presenza del sindaco Chittò, io ho condotto e mio fratello ha cantato), il globo di bambagia collocato sopra l’altare come atto simbolico che richiama il martirio del primo martire. Questa cerimonia ha origini antiche: è incredibile come sia rimasta intatta e difesa…LE TRADIZIONI STUPISCONO e davanti a un assemblea numerosa si fa’ splendere il faro: “UN GLOBO DI FUOCO”!


mercoledì 21 dicembre 2016

Verso l'infinito...

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/57/42/d1/5742d111e39a42bff39da116e3ab5448.gif

Il nostro ritratto invernale

Grazie Nametests per gli auguri avvolti dal caldo manto dell'amore <3 
Enrica, solo guardando questo paesaggio, puoi sentire la neve farinosa che scricchiola sotto ai tuoi passi! La tua immagine del profilo si inserisce perfettamente in questo scenario perché i tuoi occhi brillano belli proprio come la neve. Questo paesaggio invernale unico ti deve ricordare la bellezza dell'inverno e ti fa sentire il giusto spirito natalizio. Buon Natale, Enrica!

martedì 13 dicembre 2016

Un presepe ricco

UN PRESEPE RICCO
Questo è un presepe molto ricco...ma NON è costato nemmeno un euro.

Le case, prima di essere tali, eramo scatole di cartone, le montagne e le strade, carta da pacco un po' di colla e di colori conservati in un armadio, qualche statuina trovata in soffitta e poi muschio, ghiaia, rametti cercati qua e la' dai nostri ospiti.
COSÌ È NATO IL NOSTRO PRESEPE.
Perchè da piccole, semplici cose possono nascere grandi progetti, perchè ciò che davvero può trasformare ogni cosa sono la passione, la creatiività, l'impegno e la volontà di costruire insieme, ognuno con il suo piccolo o grande contributo.
Per questo il nostro è un presepe ricco perchè contiene quanto di prezioso c'è in ogni essere umano.

(presepe allestito nel salone della Comunità S. Riccardo a Cesano Boscone presso Sacra Famiglia) 

Una delle mete dell'uomo

“L'uomo porta dentro di sé le sue paure bambine per tutta la vita. 
Arrivare ad non avere più paura, questa è la meta ultima dell'uomo”.
-Calvino-

mercoledì 30 novembre 2016

Coraggio di non mollare con lieta speranza


Comunicare è vita

La comunicazione non è quello che vorremmo trasmettere, bensì quello che arriva agli altri.
(Thorsten Havener)

Noi comunichiamo continuamente: con la voce, con lo sguardo, con i gesti, con gli atteggiamenti, con facebook, con i messaggi, con il blog …Ma cosa passa alla persona a cui comunichiamo? Avremmo tante cose da comunicare, tante da ricevere e non sempre riusciamo. Senza la comunicazione noi rimaniamo chiusi nel nostro piccolo mondo, che diventa sempre più isolato e povero.

Migrare...

https://www.facebook.com/enrica.giulio.sciandra/videos/1139422476107571/

E le campane salutano chi parte...

martedì 29 novembre 2016

I doni annuali del nostro piccolo balcone

Un uomo non è mai così grande come quando si china per accudire un fiore o una pianta…
Grazie Giulio 

 

 

 
 
 


 

 

 
 


 







mercoledì 23 novembre 2016

Proverbio orientale


Dice un antico proverbio orientale: 
"L’abito più splendente è quello della semplicità, 
la cintura più nobile è la verità 
e la calzatura più elegante è l'umiltà".

Grazie amiche/ci

Questa bambina ci fa' pensare a Giuliana che guida con la sua mano un cuore grande dove, al suo interno, stanno tutti i vostri Auguri, i vostri Abbracci, i vostri Baci, i vostri Commenti su facebook e personali  in riservatezza ed amore. 
Grazie babysitter, grazie amiche/ci per il cerchio di amore che avete creato nel giorno del suo compleanno. 

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1132026260180526&set=a.112549438794885.7518.100001194877127&type=3&theater

giovedì 10 novembre 2016

Osserva e...osa

 Trova il coraggio di OSARE…osserva l’AQUILA! 
“Quando arriva una tempesta, tutti gli uccelli corrono ai ripari. Tranne l'aquila, che invece sceglie di volare sopra la tempesta. Quando la vita si fa tempestosa, possa il tuo Cuore volare alto come un'Aquila!” ( cit.)

La maestosità dell'Aquila ha fatto sì che quest’uccello sia stato adottato come simbolo fin dall’antichità dalle più svariate culture.
“Si racconta che l’aquila viva fino a 70 anni, ma perché ciò accada, intorno ai 40 anni, deve prendere una decisione seria e difficile.A questa età i suoi artigli sono lunghi e flessibili, e non riescono più ad afferrare le prede di cui si nutre. Il suo becco, allungato ed appuntito, si incurva. Le ali, invecchiate ed appesantite dalle penne assai ingrossate, puntano contro il petto. Volare è ormai difficile.
Ora l’aquila ha solo due alternative: o si lascia morire, o affronta un doloroso processo di rinnovamento, lungo ben 150 giorni.Volerà allora in cima ad una montagna, si ritirerà su un nido inaccessibile, addossato ad una parete rocciosa, un luogo da cui potrà fare ritorno con un volo piano e sicuro.
Trovato questo luogo, l’aquila comincerà a sbattere il becco sulla parete fino a staccarlo, affrontando con coraggio il dolore di tale operazione.Passate alcune settimane, le ricrescerà un nuovo becco. Con questo, strapperà uno ad uno, incurante del dolore, i vecchi artigli. Quando ricresceranno i nuovi artigli, con questi e con il becco, strapperà dal suo corpo tutte le penne, una ad una.Quando rinasceranno le nuove penne essa, nuova aquila rinata, si lancerà sicura nel volo di rinnovamento e ricomincerà a vivere per altri trent’anni.” ( Leggenda indiana)
L’aquila è la regina degli uccelli, ha un dominio assoluto dell’aria e sfida il sole guardandolo senza bruciarsi!
Osa nella tua vita…Spicca il volo e quando serve rinnova te stesso.
Impara dall’aquila ad avere coraggio, osserva realmente le cose della vita senza paura e affronta le tue battaglie. Utilizza,come l’aquila, la luce per guardare dal di sopra degli avvenimenti, traendo saggezza e nuova conoscenza.

Dott.ssa Paola Lombardini - Philoderba

Una sfida


Ogni sofferenza è unica e ogni sofferenza è comune. 

Bisogna che la seconda verità mi sia ripetuta quando soffro, e la prima quando vedo gli altri soffrire. 
(Henri de Lubac)

L'anima arriva ovunque


Se vuoi essere vicino ad una persona non devi affrontare strade, ostacoli, confini. Basta un semplice pensiero, un gesto, qualsiasi cosa, che parta dal cuore, perché ognuno sa che il mezzo più veloce di altri è l’Anima. È lei che arriverà ovunque, anche quando il pensiero non vorrà arrivare.
S. Piogia